CHIRURGIA ESTETICA INTIMO DONNA

Imenoplastica

L'imene è una membrana femminile portata a lacerarsi dopo il primo rapporto o  per cause traumatiche.
A seguito della lacerazione rimangono solo i lembi più piccoli denominati: lobuli imenali.
Compito dell’intervento, ovviamente una volta avvenuta la guarigione, è ottenere la “ Restitutio ad Integrum ” della struttura anatomica della vagina in maniera tale da ripristinare la verginità anatomica che, in diverse culture, costituisce un prerequisito fondamentale per il matrimonio.
Durante l'intervento di imenoplastica vengono riaccostati i tessuti che hanno subito la lacerazione e suturati insieme i loro margini in maniera da ridare continuità all’imene.


Labioplastica

Col passare del tempo non solo i tessuti del corpo, ma anche quelli della regione intima possono subire un cambiamento.
In alcuni casi come avanzamento dell'età e gravidanze, può succedere che le piccole labbra diventino asimmetriche, creando cosí un'alterazione della zona in grado di creare un forte disagio.
La labioplastica o ninfoplastica è un intervento chirurgico che mira a rimodellare le piccole labbra vaginali e a correggere un loro eccessivo sviluppo responsabile di una fuoriuscita delle stesse o di una loro evidente asimmetria. La procedura può essere combinata con altri interventi di chirurgia intima femminile.

Rimodellamento delle grandi labbra

Il rimodellamento delle grandi labbra è un intervento adatto alle donne che presentano un'atrofia delle grandi labbra e che desiderano aumentarne il volume e la proiezione, migliorarne la forma e il tono, e correggere eventuali asimmetrie, ottenendo così un aspetto più giovanile ed estetico della vulva nel suo complesso.

L'intervento si basa sull' aspirazione di grasso da una zona di cui la paziente è provvista e il suo successivo reinserimento a livello delle grandi labbra (lipofilling delle grandi labbra).

Rimodellamento della zona pubica

La regione pubica, con l'avanzare dell'età, può risultare molto marcata per un eccessivo accumulo di tessuto adiposo e anche a causa di un’eccessiva lassità cutanea.

Si possono eseguire due tipi di interventi per poter donare alla zona un aspetto armonioso con il resto del corpo.

In un primo caso, se ci troviamo in presenza di una cute elastica e di buona qualità si può procedere con una lipoaspirazione per conferire un profilo corretto al cosiddetto “Monte di Venere”.

Nel secondo caso, invece, se esiste una lassità cutanea, a causa della perdita di elasticità della pelle, è indicato l‘intervento di lifting pubico eseguibile mediante l'asportazione della pelle in eccesso e con un'incisione molto simile a quella utilizzata per il parto cesareo.

Share by: