CHIRURGIA ESTETICA VISO DONNA


LIFTING VISO

Con l'andare del tempo la pelle, in alcune zone del viso, tende a rilassarsi per la perdita di elasticità cutanea e la diminuzione dei volumi del tessuto adiposo. Questo fenomeno  può causare un viso rilassato, cadente e invecchiato.
L’obiettivo dell'intervento del lifting cervico-facciale è quello di contrastare il rilassamento della pelle e dei muscoli a livello del viso e del collo.
Importante è dire che lo scopo dell’intervento non è alterare la forma e l’aspetto del volto, come invece si crede, ma al contrario ripristinare le diverse strutture anatomiche del volto e del collo. In questo modo il paziente ringiovanirà il suo aspetto in modo del tutto naturale, ritornando ad avere un viso più fresco e giovanile.
Nel post-operatorio, infatti, non si avranno modifiche della fisionomia e dell'aspetto del paziente.
In particolare il lifting cervico-facciale migliora i solchi naso-labiali, contribuisce a ridefinire la linea mandibolare e migliora l'aspetto del collo.
Può essere eseguito da solo o contemporaneamente ad altri interventi all viso come il sollevamento del sopracciglio o la blefaroplastica.


F.A.Q.

A cosa serve il "Lifting" cervico facciale?

Serve a creare un concreto effetto di ringiovanimento e un aspetto più riposato e fresco.

Avrò delle cicatrici dopo l'intervento di lifting cervico facciale?

L'intervento prevede una piccola incisione pre-auricolare e nel caso in cui si voglia anche intervenire sul collo, ci sarà una piccola cicatrice retro auricolare, che con le moderne tecniche e la presenza di capelli, saranno entrambe praticamente invisibili.

Quanto dura l'effetto dell'intervento di lifting cervico facciale?

Dipende dall'età della paziente, ma in media circa 10-15 anni. Ovviamente sono dati statistici, per cui bisogna vedere il singolo caso.

L'intervento provoca gonfiore o lividi, bisogna portare medicazioni dopo l'intervento di lifting cervico facciale?

Alla fine dell'intervento si applica un bendaggio al fine di ridurre il possibile gonfiore e dovrà essere portato per una settimana. Possono comparire ecchimosi (lividi) che però scompariranno nel giro di massimo 10 giorni.

Dopo quanto è possibile riprendere le normali attività quotidiane dopo l'intervento di lifting cervico facciale?

Dopo circa sette giorni il paziente potrà svolgere delle attività leggere e riprendere l'attività fisica passato il mese dalla data dell'intervento.

Dopo quanto si possono lavare o tingere i capelli dopo l'intervento di lifting cervico facciale?

Dopo la rimozione delle medicazioni è possibile lavare i capelli, per quanto riguarda la tinta è meglio aspettare circa 3 settimane.

Lifting del sopracciglio

Progredendo con l'età anche la zona del sopracciglio cambia, assumendo un aspetto “attempato” nella regione palpebrale con un’espressione degli occhi più affaticata, spesso tendente anche a modificarne la forma, rendendo l'occhio quasi triste.
L'intervento del lifting del sopracciglio permette di innalzare la parte laterale del sopracciglio e di distendere la pelle nella zone delle tempie e della parte laterale degli occhi.
Il risultato sarà uno sguardo più aperto e luminoso con attenuamento delle rughe “a zampa di gallina”.

È possibile inoltre sollevare il sopracciglio anche con metodiche non invasive come l'utilizzo di fillers.



F.A.Q.

Usciranno lividi dopo un intervento di lifting del sopracciglio?

Di solito no, ma dipende anche molto dal paziente.

Sarò molto gonfia nel post operatorio, dopo un intervento di lifting sopracciglio?

Di solito non si ha un gonfiore eccessivo.

Avrò medicazioni molto vistose dopo un intervento di lifting del sopracciglio?

No, al massimo dei piccoli cerotti a livello dell'incisione.

Dopo quanto tempo da un intervento di lifting del sopracciglio sarà raggiunto il risultato finale?

Dopo circa 5 giorni. Nei primi giorni post operatorio sarà possibile vedere una piccola ipercorrezione del sopracciglio, dovuto al gonfiore.

Dopo quanti giorni dall’intervento di lifting del sopracciglio posso ricominciare a fare un'attività sportiva?

Dopo circa 15 giorni.

Otoplastica

Avere orecchie grandi e orientate verso l'esterno può essere a volte un motivo di forte disagio che può interferire con le normali attività sociali.
Per correggere in modo adeguato questa situazione esiste l'intervento di otoplastica.
Il rimodellamento delle orecchie, effettuato mediante l'intervento di otoplastica, avviene in anestesia locale associata ad una sedazione più o meno profonda. L’otoplastica non lascia alcuna cicatrice visibile, poiché esse rimarranno dietro l’orecchio.
L'intervento di otoplastica per correggere le orecchie a sventola, si può effettuare anche sui bambini.
È possibile inoltre , durante l’intervento, ricreare la normale plicatura dell'orecchia, che in qualche caso è assente (orecchio piatto, a conca).

 

Blefaroplastica

Lo sguardo è la prima cosa che colpisce e si percepisce in una persona.
Un eccesso di borse o di cute può dare l’impressione di uno sguardo stanco e poco attraente.
La blefaroplastica è un intervento volto a eliminare questi tessuti in eccesso, donando all'occhio uno sguardo più giovanile e riposato.
L'intervento di blefaroplastica può essere eseguito sia a livello della palpebra inferiore che a quella superiore.


Mentoplastica

Esistono diverse metodologie per aumentare le dimensioni del mento. L'utilizzo di fillers e l'intervento chirurgico di mentoplastica additiva (genioplastica) sono tra quelle più usate.
L’intervento di mentoplastica additiva consente di migliorare la forma di un mento di forma piccola e arretrata.
Consiste nell’inserimento di un’apposita protesi, adatta al profilo del paziente e quindi personalizzabile, posta davanti all’osso mandibolare, al fine di aumentare la proiezione e le proporzioni del mento.
Per questo tipo di intervento è preferibile procedere chirurgicamente solo al completamento della fase di crescita ossea, solitamente dopo i 16/18 anni.

La mentoplastica additiva inoltre è reversibile, basterà quindi, in caso di ripensamenti, rimuovere chirurgicamente la protesi per ritornare alle caratteristiche morfologiche precedenti.


F.A.Q.

Che cos'è la genioplastica o mentoplastica additiva?

La genioplastica è un intervento che serve per modificare l’estetica del mento.

Ci saranno delle incisioni visibili nell'intervento di mentoplastica additiva?

Le incisioni per la plastica del mento sono quasi sempre effettuate all'interno della bocca, per cui non visibili dall'esterno.

È necessaria sempre l'inserimento di una protesi per aumentare le dimensioni del mento?

Le protesi non sono sempre necessarie per risolvere un problema di mento piccolo, si può ricorrere a metodiche come i fillers.

Cheiloplastica

La cheiloplastica o plastica delle labbra si esegue per ottenere aumento di volume o semplicemente il lifting del labbro superiore.

Esistono quindi due metodologie diverse per aumentare il volume delle proprie labbra in modo del tutto naturale e armonioso e senza ricorrere a fillers in modo periodico.

Il primo metodo consiste nel lipofilling. Per aumentare il volume delle labbra viene infatti utilizzato il proprio grasso corporeo che, prelevato per esempio dalla zona addominale o dai fianchi, viene inserito nelle labbra, dopo essere stato opportunatamente trattato.

La seconda opzione consiste invece nell’inserimento di una piccola protesi all'interno delle labbra.

Queste protesi non sono fastidiose e non si sentono al tatto. 
Inoltre sono anche reversibili e se un giorno si decidesse rimuoverle, basterebbe un semplice intervento per sfilarle.

Nel caso in cui si decidesse invece per un piccolo lifting del labbro superiore, si eseguirebbe semplicemente un piccolo intervento allo scopo di aumentare l’altezza della cute rossa del labbro, la parte esposta (il vermiglione), senza indurne variazioni di volume.
Share by: