CHIRURGIA ESTETICA VISO DONNA

  • Lifting viso
  • Lifting cervico facciale
  • Lifting
  • Lifting del sopracciglio
  • Lifting temporale
  • Lifting medio-facciale
  • Otoplastica
  • Rinoplastica
  • Blefaroplastica
  • Mentoplastica

Lifting viso

Lifting cervico facciale

chirurgia estetica viso

Con l'andare del tempo la pelle del viso tende a rilassarsi per la perdita di elasticità cutanea e dei volumi del viso dovuti al tessuto adiposo. Questo fenomeno causa un viso rilassato, cadente e invecchiato, sia negli uomini che nelle donne.

L’obiettivo dell'intervento del lifting cervico-facciale è quello di contrastare il rilassamento della pelle e dei muscoli a livello del viso e del collo.

Importante è dire che l’obiettivo dell’intervento non è alterare la forma e l’aspetto del volto, come invece si crede. Ma al contrario, il semplice ripristino delle diverse strutture anatomiche del volto e del collo permette al paziente di ringiovanire l’aspetto, in modo del tutto naturale, ritornando ad avere un viso più fresco e giovanile. Nel post-operatorio non si vedranno modificate la fisionomia e l'aspetto del paziente.

Il lifting cervico-facciale è un intervento in cui si sollevano e si riposizionano i tessuti del viso e del collo per poter ridurre il rilassamento, le rughe e i solchi causati dall’invecchiamento. In particolare il lifting cervico-facciale migliora i solchi naso-labiali e contribuisce a ridefinire la linea mandibolare e migliora l'aspetto del collo. Può essere eseguito da solo o contemporaneamente ad altri interventi del viso come il sollevamento del sopracciglio o la blefaroplastica.

F.A.Q.

A cosa serve il "Lifting" cervico facciale?

Il termine inglese Lifting significa rialzare i tessuti che sono scesi con l'età. Serve a creare un concreto effetto di ringiovanimento e un aspetto più riposato e fresco.

Avrò delle cicatrici dopo l'intervento di lifting cervico facciale?

L'intervento prevede una piccola incisione pre-auricolare e nel caso in cui si voglia anche intervenire sul collo, ci sarà una piccola cicatrice retro auricolare, che con le moderne tecniche e la presenza di capelli, saranno entrambe praticamente invisibili.

Quanto dura l'effetto dell'intervento di lifting cervico facciale?

Dipende dall'età della paziente, fino ai 50 anni dura 15 anni, dai 50-65 dura circa 10 anni e oltre i 65 dura 5 anni. Ovviamente sono dati statistici, per cui bisogna vedere il singolo caso.

L'intervento provoca gonfiore o lividi, bisogna portare medicazioni dopo l'intervento di lifting cervico facciale?

Alla fine dell'intervento si applica un bendaggio al fine di ridurre il possibile gonfiore e dovrà essere portata per uno o due giorni. Possono comparire ecchimosi (lividi) che però scompariranno nel giro di massimo 10 giorni.

L'operazione provoca perdita di sensibilità nella zona del taglio dopo l'intervento di lifting cervico-facciale?

Si verifica ma solo temporaneamente, nel giro di poco tempo la sensibilità sarà riacquisita.

Dopo quanto è possibile riprendere le normali attività quotidiane dopo l'intervento di lifting cervico facciale?

Dopo circa quattro giorni il paziente potrà svolgere delle attività leggere e riprendere l'attività fisica al mese.

Dopo quanto si possono lavare o tingere i capelli dopo l'intervento di lifting cervico facciale?

Dopo la rimozione delle medicazioni è possibile lavare i capelli, per quanto riguarda la tinta è meglio aspettare circa 3 settimane.

Gli uomini possono rasarsi dopo l'operazione di lifting cervico facciale?

Sì ma con attenzione a non ledere le zone di incisione.

Lifting del sopracciglio

Progredendo con l'età anche la zona del sopracciglio cambia, assumendo un aspetto “vecchieggiante” nella regione palpebrale e un’espressione degli occhi affaticata che spesso tende anche a modificarne la forma, rendendo l'occhio quasi triste.

Per cui l'intervento del lifting del sopracciglio permette di innalzare la parte laterale del sopracciglio, di distendere la pelle nella zone delle tempie e della parte laterale degli occhi. Il risultato sarà uno sguardo più aperto e luminoso e si avrà anche un aspetto attenuato delle rughe “a zampa di gallina”.

Per migliorare in modo ottimale la zona questo intervento si associa di solito al lifting cervico-facciale o alla Blefaroplastica superiore.

Inoltre si può sollevare il sopracciglio anche con metodiche non invasive come l'utilizzo di fillers.

F.A.Q.

Usciranno lividi dopo un intervento di lifting del sopracciglio?

Di solito no, ma dipende anche molto dal paziente.

Sarò molto gonfia nel post operatorio, dopo un intervento di lifting sopracciglio?

Di solito non si ha un gonfiore eccessivo.

Avrò medicazioni molto vistose dopo un intervento di lifting del sopracciglio?

No, al massimo dei piccoli cerotti a livello dell'incisione.

Dopo quanto tempo da un intervento di lifting del sopracciglio sarà raggiunto il risultato finale?

Dopo circa 5 giorni. Nei primi giorni post operatorio sarà possibile vedere una piccola ipercorrezione del sopracciglio, dovuto al gonfiore.

Dopo quanti giorni dall’intervento di lifting del sopracciglio posso ricominciare a fare un'attività sportiva?

Dopo circa 15 giorni.

Lifting temporale

Nell'invecchiamento può avvenire che vi sia una caduta di cute con conseguente appesantimento della zona oculare. Nonostante la proteina botulinica sia un ottimo rimedio per poter eliminare le rughe della fronte, si può anche ricorrere alla chirurgia per poterle eliminare in modo permanente.

Questo tipo di lifting è un lifting parziale e ha lo scopo preciso di alzare le arcate sopracciliari in modo da dare maggiore visibilità agli occhi e rendere più espressivo e giovanile il primo terzo del viso. Il lifting temporale è un intervento localizzato e di solito lo si associa con un intervento di blefaroplastica superiore, col fine di illuminare e rendere meno affaticata la zona degli occhi.

F.A.Q.

Le cicatrici sono visibili dopo l'intervento di lifting temporale?

Le cicatrici saranno nascoste tra l'attaccatura dei capelli.

Lifting medio-facciale

Nel processo di invecchiamento la parte piu colpita del viso e quella centrale, dando al viso un aspetto stanco, triste, poco armonico.

Il lifting medio-facciale (lifting della parte centrale del volto) consente di correggere i segni che derivano dalla discesa della pelle, del grasso e delle fasce muscolari, dati dall’invecchiamento senza cambiarne fisionomia ed espressione della persona:

  • appiattimento e discesa delle regioni zigomatiche
  • solchi naso-jugali
  • solchi naso-labiali
  • solchi mento-labiali (rughe della “marionetta”)
  • alterazioni del profilo mandibolare, che rendono la mandibola meno definita

La correzione viene ottenuta mediante il sollevamento e lo spostamento delle fasce, dei muscoli e del grasso e della pelle della parte centrale del volto.

Il lifting medio-facciale può essere eseguito da solo o contemporaneamente ad altri interventi chirurgici facciali, come per esempio la blefaroplastica inferiore in quanto viene eseguito attraverso le stesse incisioni.

F.A.Q.

Avrò dei lividi dopo un intervento di lifting medio-facciale?

Sì, però possono andare via in circa 10 giorni.

Sarò molto gonfia nel post operatorio dopo un intervento di lifting medio-facciale?

Moderatamente, soprattutto nella regione palpebrale inferiore e nella zona auricolare.

Quanti giorni dopo un intervento di lifting medio-facciale potrò tornare al lavoro?

Dopo circa 10 giorni.

Dopo quanto tempo da un intervento di lifting medio-facciale sarà raggiunto il risultato definitivo?

Bisogna attendere l’adattamento dei tessuti nonché la scomparsa dell’edema; in media circa 3 mesi.

Dopo quanti giorni dall’intervento di lifting medio-facciale posso cominciare a fare attività fisica?

Dopo 4 settimane dall’intervento di lifting medio facciale.

Otoplastica

Avere delle orecchie grandi e magari orientate verso l'esterno può essere un motivo di disagio molto pronunciato che a volte può anche interferire con le normali attività sociali.

Per poter correggere in modo adeguato questa situazione esiste l'intervento di otoplastica.

Il rimodellamento delle orecchie, effettuato mediante l'intervento di otoplastica, avviene in anestesia locale associata ad una sedazione più o meno profonda. L’otoplastica non lascia alcuna cicatrice visibile, poiché avviene attraverso effettuate dietro l’orecchio.

L'intervento di otoplastica per correggere le orecchie a sventola, si può effettuare anche sui bambini, in modo tale che il bambino non resti traumatizzato da situazioni che si possono creare durante le normali attività sociali.

Con l’intervento di otoplastica si può anche ricreare la normale plicatura dell'orecchia, che in qualche caso è assente (orecchio piatto, a conca).

Blefaroplastica

Lo sguardo è la prima cosa che si percepisce in una persona e basta un eccesso di borse o di cute per avere già uno sguardo stanco e poco attraente.

La blefaroplastica è un intervento che è volto a eliminare questi tessuti in eccesso, donando all'occhio uno sguardo più giovanile e riposato.

L'intervento di blefaroplastica può essere eseguito sia a livello della palpebra inferiore che sia quella superiore.

Nel primo caso si esegue incidendo la pelle a livello sotto ciliare, in modo tale che la cicatrice diventi col tempo invisibile o, in casi selezionati, può essere eseguito un taglio a livello della congiuntiva dell'occhio, in modo da non lasciare cicatrici esterne.

Nel caso della blefaroplastica superiore si incide per poter asportare la pelle in eccesso a livello del solco palpebrale, in modo tale che col tempo la cicatrice non sia visibile.

Mentoplastica

Un piccolo mento può dare un aspetto goffo, poco elegante, e, nel caso degli uomini, un aspetto poco mascolino e armonioso.

Esistono diverse metodologie per poter aumentare le dimensioni del mento, come l'utilizzo di fillers o l'intervento chirurgico di mentoplastica additiva.

L’intervento di mentoplastica additiva consente di migliorare la forma del mento piccolo ed arretrato.

Consiste nell’inserimento di un’apposita protesi apposta, adatta al profilo della persona, per cui personalizzabile, davanti all’osso mandibolare al fine di aumentare la proiezione e le proporzioni del mento.

Per questo tipo di intervento è preferibile procedere chirurgicamente solo al completamento della fase di crescita ossea, solitamente dopo i 16/18 anni. La mentoplastica additiva inoltre non è irreversibile, basterà rimuovere chirurgicamente la protesi per ritornare alle caratteristiche morfologiche precedenti.

Share by: