MEDICINA ESTETICA PER LEI

  • Asportazione neoformazioni
  • Beautyfication
  • Botulino
  • Fili di trazione
  • Filler vulvare
  • Fillers
  • Fillers a base di Acido Ialuronico
  • Fillers a base di Idrossiapatite di Calcio
  • Fotoringiovanimento
  • Lifting medio non chirurgico
  • Lipodissolve
  • Mesobotox
  • Mesoterapia
  • Protesi labiali
  • Ringiovanimento delle mani
  • Studio approfondito della cellulite e trattamento
  • Trattamento con sclerosanti
  • Trattamento del polpaccio da ciclista
  • Trattamento smagliature

Asportazione neoformazioni

estetica viso

È possibile asportare le neoformazioni cutanee in diversi modi:

  • mediante asportazione chirurgica con bisturi
  • mediante asportazione con laser CO2

Si valuterà in modo consono e personalizzato, in base al tipo di lesione, della sua natura e della sede, che tipo di tecnica si può adoperare.

È possibile anche avere un esame istologico in caso di lesione non definita o sospetta.

Beautyfication

Progredendo con l'età anche la zona del sopracciglio cambia, assumendo un aspetto “vecchieggiante” nella regione palpebrale e un’espressione degli occhi affaticata che spesso tende anche a modificarne la forma, rendendo l'occhio quasi triste.

È possibile sollevare il sopracciglio anche con metodiche non invasive come l'utilizzo di fillers, i quali vengono immessi in un particolare modo in modo da elevare la coda del sopracciglio, in modo che ci sia un effetto naturale e senza cicatrici.

Si può associare un lipofilling a livello del temporale in modo da eliminare la “fossetta” che si crea nel tempo.

Botulino

Il viso è molto importante per poter esprimere tutte le nostre emozioni, però, con l'età, queste espressioni possono evidenziare delle rughe che permangono.

Per poter andare a eliminare le rughe, ma senza perdere l'espressività del volto, è possibile eseguire microiniezioni di proteina botulinica naturale purificata per la distensione delle rughe di espressione.

F.A.Q.

Quali risultati mi posso aspettare dalla proteina botulinica?

La proteina botulinica permette il movimento normale delle zone del viso non trattate, mentre nelle zone trattate si vedrà un rilassamento della cute e la distensione delle rughe di espressione.

Con quale velocità vedrò i risultati del trattamento con la proteina botulinica?

I risultati variano a seconda della reazione del paziente alla proteina botulinica. Di solito i primi risultati si vedono dopo 2-3 giorni.

Gli effetti della proteina botulinica durano, in media, da 4 a 7 mesi. Non è un trattamento permanente, i suoi effetti sono reversibili.

Quando devo ripetere il trattamento dopo aver eseguito una seduta con il botulino?

È consigliabile non ripetere il trattamento prima dei 5-6 mesi.

Fili di trazione

I fili di sospensione consentono di ottenere con un trattamento ambulatoriale rapido e indolore due importanti azioni di ringiovanimento della zona trattata:

- effetto lifting immediato, dovuto alla trazione che i fili esercitano dopo il loro inserimento, fissandosi al tessuto grazie ai coni bidirezionali di cui sono dotati, e consentendo il risollevamento e il riposizionamento della cute.

- effetto di rigenerazione del collagene, che avviene nei mesi successivi, quando il materiale dei fili si degrada lentamente, agendo come stimolatore di collagene e consolidando il risultato di ringiovanimento.

Il trattamento è adatto a pazienti, sia donne che uomini, che desiderano restituire tono e compattezza alle zone di maggiore lassità corporea. I nuovi fili utilizzati in questo studio, rispetto ai fili disponibili fino a poco tempo fa hanno il vantaggio di essere completamente riassorbibili e di non richiedere un intervento chirurgico con incisione, ma vengono inseriti tramite una piccola puntura con un ago.

I migliori risultati si ottengono nei casi in cui non vi siano ancora cedimenti importanti della struttura del volto e marcati segni di invecchiamento cutaneo.

Filler vulvare

Dopo una certa età, che di norma è dopo i 45 anni, la donna ha delle alterazioni ormonali importanti che si riflettono nella zona intima, come per esempio la comparsa di una cute meno elastica, mucose vaginali sottili, secche, fragili a tal punto a volte da creare dolore, fino a sfociare in dolore durante il rapporto sessuale e prurito in assenza di altre patologie.

Per cui per poter migliorare questa situazione si possono eseguire dei fillers vulvari a base di acido ialuronico, che consentono di ottenere due tipi di risultati:

- risultati estetici che consistono nel migliorare i sintomi correlati all’ipotrofia cutanea e mucosa della vagina, oltre che migliorare esteticamente l’aspetto dell’area vulvare o correggendo le cicatrici in loco.

- risultati funzionali allo scopo di idratare l’area e migliorare il trofismo della mucosa e della cute, riducendo la secchezza e tutti i sintomi correlati ad una diminuzione dei livelli ormonali.

F.A.Q.

Nel caso volessi restare incinta appena dopo aver eseguito il filler, avrò delle conseguenze?

No, non vi è alcuna interferenza tra il trattamento ea base di acido ialuronico effettuato e la gravidanza.

È doloroso il trattamento del filler vulvare?

Il dolore durante è scarso poiché viene applicata una crema anestetica, mentre per il post non vi è dolore ma solo un senso di fastidio nelle prime ore dopo il trattamento.

Dopo il trattamento di filler vulvare si possono usare gli assorbenti interni?

Si, il trattamento non interferisce con l’uso degli assorbenti interni.

Il filler vulvare contiene ormoni?

Assolutamente No. Il prodotto utilizzato è naturale e non contiene alcun traccia di ormoni.

Il trattamento con il filler vulvare può avere un'interferenza sul ciclo mestruale?

No, assolutamente in nessun modo.

Fillers

I fillers sono dei riempitivi utilizzati per diversi fini come quello di aumentare i volumi del viso, riempire rughe di natura statica, riempimento delle mani.

Ci sono di diversi tipi, i più utilizzati e quelli che danno un risultato più armonioso e naturale sono:

- fillers a base di acido ialuronico

- fillers a base di idrossiapatite di calcio

Fillers a base di Acido Ialuronico

I fillers a base di acido ialuronico, essendo di nuova generazione, hanno una durata maggiore rispetto a qualche anno fa e oggi come oggi possono durare da 8 mesi fino a 14 mesi, a seconda delle caratteristiche della zona iniettata e le caratteristiche del paziente.

Vengono iniettati con un ago molto sottile a livello della zona da correggere e il risultato è immediato.

Fillers a base di Idrossiapatite di Calcio

Ottimo filler utilizzato per vari scopi, soprattutto in quelle zone dove c'è bisogno, poichè stimola la neo

collagenogenesi e anche se il filler e riassorbibile, essendo che stimola il collagene, il tessuto non tornerà mai come prima del trattamento. E maggiormente utilizzato per riempire rughe profonde, per volumizzare e ridefinire i contorni come quello mandibolare, per aumentare la proiezione del mento, per rinofiller, come riempimento delle mani.

Durante l’iniezione, il gel in cui sono immerse le microsfere di CaHA fornisce un’azione correttiva e riempitiva immediata. Grazie alle caratteristiche di prodotto uniche, richiede circa 25%-30% di materiale in meno per ottenere la stessa correzione ottimale rispetto ad un trattamento con acido ialuronico.

Fotoringiovanimento

Il fotoringiovanimento ormai e una metodica molto utilizzata poichè è sicura, poco invasiva e da risultati quasi immediati. Consiste nell'eliminare tutti i segni del tempo, come rughe superficiali, macchie senili, neoformazioni e stimolare la neocollagenogenesi a livello del viso, del decolletè e del collo.

Si può effettuare mediante diverse metodiche:

-Fotoringiovanimento con Luce Pulsata.

È un trattamento, non invasivo, efficace sulle macchie dell’età, le rughe sottili, i capillari del volto, l'acne e la couperose; permette un miglioramento della consistenza cutanea e della dilatazione dei pori senza accusare alcun effetto collaterale. E’ meno invasiva del laser, però, come contro, ha il difetto di avere dei risultati visibili col tempo e nell'immediato si apprezzerà poco del risultato finale.

La procedura è applicabile anche ad aree extrafacciali, come collo, torace, mani e braccia.

Il trattamento non richiede nessun tipo di preparazione, è semplice e rapido, non è doloroso, non comporta alcuna convalescenza, non bisogna sospendere le normali attività sociali e lavorative.

Questi trattamenti sono personalizzati, vengono fatti in base al tipo di pelle per fornire i migliori risultati possibili. Questi sono visibili dopo 2 o 3 trattamenti; un ciclo di trattamenti è pari a 3-5 sedute di circa.

20 minuti e occorre farli a distanza di 3-4 settimane; come mantenimento: 1 o 2 sedute ogni 6 mesi.

-Fotoringiovanimento con Laser CO2 frazionato.

Permette di ringiovanire la pelle con una notevole profondità di azione e con un'importante stimolazione del tessuto connettivo, riducendo l’aggressività rispetto ai tradizionali trattamenti laser ablativi, riducendo i tempi di convalescenza.

Il laser CO2 frazionato e in grado di agire sugli strati più superficiali della cute, determinandone la sua eliminazione. Le micro-aree di tessuto rimosso stimolano un processo di guarigione e ristrutturazione della pelle, simile a quello ottenibile con un trattamento ablativo dell’intera superficie trattata, ma limitato ai singoli punti microscopici, facendo sì che i tempi del processo di guarigione siano minimi.

L’effetto clinico sarà ottimo e porterà ad un progressivo e profondo rinnovamento dell’epidermide e del derma, con conseguente miglioramento della rugosità e della lassità cutanea, eliminazione di certi tipi di cicatrici e di alcune lesioni pigmentate, oltre che di alcune cheratosi. Il trattamento è controindicato a chi si è sottoposto, nei 6 mesi precedenti, a qualunque trattamento abbronzante o chi ha preso del sole sulla pelle tendenza, chi tende a sviluppare cicatrici ipertrofiche o cheloidee, o quando vi è sono infezioni in corso della pelle.

Il trattamento prevede 3-4 sedute e sono ripetibile dopo circa un mese, permettendo di migliorare ulteriormente i risultati, anche se molti pazienti si dicono soddisfatti dopo solo una o due sedute. I risultati sono duraturi e stabili nel tempo, poichè si ha uno stimolo di neocollagenogenesi.

-Laser Q-Switched.

Le macchie cutanee più comuni sono causate dall’esposizione ai raggi UV e sono chiamate “macchie solari” o “senili”, queste lesioni sono frequenti sul volto e sulle mani, perché sono le zone più esposte al sole, oltre che le più esposte all'invecchiamento cutaneo.

La natura superficiale di queste lesioni le rende bersaglio dei trattamenti non invasivi del Laser QSwtiched il quale si rivela un grande aiuto per eseguire con efficacia questa tipologia di trattamenti.

Le cellule bersaglio vengono distrutte senza ledere i tessuti circostanti. Nelle settimane successive il pigmento viene rimosso dall’organismo, senza lasciare tracce. I risultati sono visibili nella settimana successiva, mentre il risultato totale si vedra dopo circa un mese.

Lifting medio non chirurgico

L’invecchiamento del viso non è esclusivamente rappresentato da un rilassamento della pelle, ma è determinato anche dalla perdita di volume che è causata dell'assottigliamento dei tessuti facciali e la ptosi di questi.

Una buona tecnica di ringiovanimento del viso deve quindi basarsi sul riposizionamento dei tessuti e sul ripristino dei volumi originari.

Per chi non volesse sottoporsi ad un lifting di tipo chirurgico oggi esistono diversi tipi di trattamenti possibili.

- RIPRISTINO DEI VOLUMI CON FILLERS

E’ possibile combinare due azioni, cioè il ripristino dei volumi e la riduzione della ptosi, con un unico procedimento non chirurgico impiegando un nuovo filler a base di acido ialuronico iniettato nelle zone dove vi e stata la ptosi in modo da ripristinare i volumi persi e avere di conseguenza un'azione liftante.

- CORREZIONE DELLA PTOSI DEI TESSUTI TRAMITE FILI DI TRAZIONE

I fili di sospensione sono un’alternativa sicura e mini invasiva al lifting chirurgico. Si tratta di un soft lifting fatto con speciali fili inseriti nel sottocute, dove si ancorano grazie ai coni bidirezionali che si trovano sulla loro lunghezza, esercitando un'azione di trazione e sostegno, con un immediato effetto liftante. Inoltre grazie alla loro composizione, essendo di acido polilattico (PLA) completamente riassorbibile, ha nei mesi successivi un’azione di ringiovanimento cutaneo e azione di neocollagenogenesi, che serve per il sostegno dei tessuti, ritardando il normale invecchiamento della pelle.

I nuovi fili utilizzati in questo studio, rispetto ai fili disponibili fino a poco tempo fa hanno il vantaggio di essere completamente riassorbibili e di non richiedere un intervento chirurgico con incisione nel cuoio capelluto per il loro inserimento, sono adatti perciò a pazienti che non hanno intenzione di sottoporsi a procedure invasive.

Migliori risultati si ottengono nei casi in cui non vi siano ancora cedimenti importanti della struttura del volto e marcati segni di invecchiamento cutaneo.

Inoltre questi non sono solo utili per avere un'azione sul volto ma anche in qualunque altro distretto di lassità cutanea.

Lipodissolve

Per poter trattare gli accumuli di adipe localizzati, a volte non e necessaria la liposuzione ma è possibile correggere questi accumuli locali mediante l'introduzione di farmaci che distruggono le cellule adipose.

Il lipodissolve è una nuova tecnica non chirurgica che sfrutta l’azione di queste sostanze, iniettabili a livello del grasso sottocutaneo, indicata anche per ridurre gli inestetismi della cosiddetta cellulite.

Queste sostanze sono principalmente due:

- fosfatidilcolina: si infiltra mediante aghi piccoli e sottili la fosfatidilcolina, direttamente all’interno del tessuto adiposo distribuendo il farmaco in modo da ottenere un risultato omogeneo ed uniforme. Di fondamentale importanza è la comunicazione tra il paziente e il medico, sia per la valutazione iniziale che nei controlli successivi e a seconda dei risultati si vedrà come procedere.

- trattamento a base di acido ascorbico (vitamina C e ferro) l’introduzione di una quantità stabilita di acido ascorbico nel tessuto adiposo induce l’attivazione di una reazione chimica (reazione di Fenton) con liberazione di radicali liberi con induzione del processo di apoptosi degli adipociti e una loro conseguente riduzione. Vengono trattate tutte le zone di eccesso volumetrico di adipe per ridurre il numero degli adipociti.

Mesobotox

Un'altra alternativa non chirurgica al lifting e il mesobotox. È un trattamento che non richiede incisioni, non è definitivo e produce un effetto di distensione della pelle. La sua unica limitazione, al contrario dei

fillers e dei fili di trazione e che non interviene sulla rigenerazione del collagene.

Come la mesoterapia utilizzata contro la cellulite, il mesobotox consiste nell’iniezione nel derma di sostanze rivitalizzanti (come acido ialuronico, aminoacidi, complessi vitaminici, sali minerali) e una piccola quantità di botulino, in modo da ottenere un effetto naturale di distensione della pelle.

Il mesobotox risulta più naturale e meno incisivo che il classico botulino. Si dimostra così adatto non solo per il trattamento delle rughe dinamiche del viso ma anche per il ringiovanimento di zone cutanee come il collo, il decolletè, le guance e il mento. L’azione poi dei biorivitalizzanti, che nutrono e stimolano la produzione di collagene, causano un effetto di ringiovanimento e idratazione della cute. Per ottenere risultati efficaci e ben visibili sono necessarie più sedute di mesobotox, circa una ogni 6 mesi.

Mesoterapia

La mesoterapia è un trattamento che consiste nell’inoculazione intradermica distrettuale e/o loco regionale di piccole quantità di sostanze, che possono essere farmaci classici oppure prodotti fitoterapici od omeopatici.

I farmaci utilizzati variano, ovviamente, a seconda del tipo di patologia da trattare; i principali sono gli antinfiammatori, gli antiedemigeni, i capillaro-protettivi, i rivitalizzanti cutanei.

Ogni paziente verrà attentamente studiato e valutato per scegliere insieme al paziente la strategia e il principio più idoneo per quel paziente.

Un ciclo di cura varia normalmente dalle 8 alle 15 sedute, una per settimana, e prevede inoltre un numero variabile da casa a caso di richiami a cadenza mensile che hanno lo scopo di stabilizzare i risultati ottenuti e ridurre le possibilità di recidive. Ovviamente la frequenza e la durata del primo trattamento e dei successivi richiami dipende anche molto dal tipo di reazione che ha il paziente alla sostanza e dal tipo di stile di vita che questo conduce.

Protesi labiali

Le protesi labiali sono protesi per le labbra in silicone che permettono di aumentare il turgore del labbro qualora risulti sottile oppure flaccido ed assottigliato a causa dei naturali processi di invecchiamento.

La protesi si inserisce in corrispondenza della linea di confine fra la cute rossa e la cute bianca del labbro e può anche ridurre le cosiddette rughe a codice a barre.

L’altezza del labbro aumenta solo in misura assai modesta con questa procedura, in modo del tutto naturale, senza dare l'effetto “labbro a canotto”.

L’impianto ha una superficie liscia non soggetta a degradazione o rottura e ha una consistenza morbida che riproduce quella delle labbra.

Il trattamento con le protesi è permanente ma reversibile: l’impianto può infatti essere rimosso in qualunque momento.

Ringiovanimento delle mani

Le mani, come tutto il resto del nostro corpo, sono soggette al processo di invecchiamento. Si ha la comparsa di macchie, perdita di elasticità e una perdita di "spessore", dato dalla riduzione dello strato sottocutaneo della cute, che portano alla formazione di rugosità e alla evidenziazione di vene e tendini. In caso di macchie numerose ed evidenti si può utilizzare un trattamento di luce pulsata o in caso di macchie singole o renitenti si può utilizzare il laser CO2 che le asporta producendo una crosticina che cadrà poi spontaneamente.

Per la perdita di elasticità si possono effettuare sedute di rivitalizzazione con acido ialuronico addizionato a vitamine e aminoacidi, che poco per volta provvedono ad una naturale ristrutturazione della cute.

Per combattere la scheletrizzazione c'è la possibilità di inserire sostanze come i filler o grasso proprio, attraverso la tecnica di lipofilling.

Tra i filler adatti per questo scopo abbiamo principalmente l'acido ialuronico e il calcio di idrossipatite.

Entrambe sono sostanze naturali, completamente riassorbibili. Hanno il vantaggio di essere eseguibili ambulatorialmente, in pochi minuti. L'acido ialuronico ha lo svantaggio di durare meno del calcio di idrossiapatite, il quale ha anche una funzione di neocollagenesi.

Il lipofilling invece consiste nel prelevare del grasso da un'altra parte del corpo e inserirla nel dorso delle mani. In genere sono necessari un paio di trattamenti.

Studio approfondito della cellulite e trattamento

In questo studio si effettua uno studio approfondito della cellulite, in modo tale da capirne la causa, studiarla mediante appositi strumenti e definire con il paziente il corretto iter per poter avere un risultato più che soddisfacente e duraturo nel tempo.

Si instaura con il paziente un’alleanza terapeutica in modo tale da stabilire il tipo di trattamento e le sedute, come suddividerle e come trattare la cellulite.

Poichè ogni stadio e ogni paziente va trattato in modo personalizzato ed unico.

Trattamento con sclerosanti

Consiste nella chiusura chimica delle vene visibili anche di grosso calibro mediante iniezione al loro interno di un liquido sclerosante che lentamente provoca la chiusura cicatriziale e quindi il riassorbimento del vaso stesso.

Può essere utilizzata sia a scopo funzionale che estetico per migliorare l’aspetto delle gambe. Molto spesso accade che una scleroterapia funzionale risulti anche estetica e viceversa.

Possono essere necessarie più sedute di scleroterapia per ciascuna regione venosa, seconda dal numero di vene da trattare, dalla loro localizzazione e in base alla sensibilità personale del farmaco.

Dopo una seduta di scleroterapia si può immediatamente tornare alle proprie attività. Potranno essere prescritti bendaggi o calze elastiche da indossare per alcuni giorni fino ad alcune settimane al fine di accelerare il processo di riassorbimento delle vene.

Dopo scleroterapia possono residuare ecchimosi e/o pigmentazioni. Le ecchimosi scompaiono nel giro di 1-2 settimane; le pigmentazioni, sebbene svaniscano quasi sempre, possono tuttavia rimanere visibili per molti mesi.

Trattamento del polpaccio da ciclista

È possibile ridurre la tonicità del polpaccio, in caso sia troppo ipertrofico, grazie a trattamenti col botulino, in modo da tornare ad avere una perfetta armonia tra la gamba e il polpaccio.

PROTESI POLPACCI

Il polpaccio e una struttura molto importante per poter dare alla gamba una giusta armonia e proporzione e quando questo e troppo piccolo si rischia di perdere l'armonia nel corpo.

L’ingrandimento dei polpacci con protesi in silicone viene effettuato per migliorare le proporzioni ed il profilo delle gambe, non solo per ragioni estetiche ma anche per correggere un insufficiente sviluppo del polpaccio dovuto a deformità congenite, traumi o malattie come la poliomielite.

L’ ingrandimento dei polpacci viene effettuato in anestesia locale e sedazione e non richiede una notte di ricovero. Al termine dell’intervento viene applicata una medicazione leggera ed è necessario riposare a letto mantenendo le gambe in posizione elevata per le prime 12 ore.

F.A.Q.

Una volta tornato a casa dovrò stare molto a riposo dopo l'intervento di protesi ai polpacci?

I pazienti appena tornati a casa dovranno avere 3 giorni di riposo assoluto per un recupero ottimale.

Avrò delle medicazioni dopo l'intervento di protesi ai polpacci?

Si il paziente avrà delle medicazioni sulle zone trattate che saranno cambiate dopo 1-2 giorni.

Dovrò indossare un abbigliamento particolare agli arti inferiori dopo l'intervento di protesi ai polpacci?

Si, pazienti dovranno indossare delle calze contenitive per le prime 3 settimane per avere un risultato ottimale.

Quando potrò ritornare a lavoro dopo l'intervento di protesi ai polpacci?

Dopo 4-5 giorni il paziente potrà ritornare al lavoro di ufficio.

Quando potrò tornare anche in palestra dopo l'intervento di protesi ai polpacci?

Dopo circa 15 giorni si potrà tornare anche a riprendere l'allenamento fisico o lavori pesanti.

Trattamento smagliature

Le smagliature o atrofie dermo-epidermiche o striae distensae, sono delle cicatrici che si presentano sulla cute, dovute alla rottura delle fibre elastiche del derma. Purtroppo sono indelebili e permanenti, se non trattate.

Nelle prime fasi si presentano come strie rossastre, che si attenuano con il tempo, diventando bianche e lucide, quasi madreperlacee. Sono molto piu frequenti nel sesso femminile e le zone più colpite sono quelle in cui la cute e sottoposta ad una tensione prolungata nel tempo, come a livello dell'addome, seno, glutei, cosce e fianchi; si presentano in seguito a cambiamenti nel corpo, durante l’adolescenza, la gravidanza, l’aumento di peso o di massa muscolare.Possono essere prevenute idratando la pelle, con particolari creme che migliorano l’elasticità cutanea.

Per ottenere miglioramenti oggi si utilizzano diverse tecniche medico estetiche, che combinate possono dare al 98% luogo alla scomparsa delle smagliature.

In questo studio si utilizzano le seguenti metodologie per poter eliminare le smagliature:

- Laser CO2

- IPL (Luce pulsata)

- Trattamenti di Medicina Estetica

Il metodo migliore per poter eliminare in modo permanente le smagliature è effettuare un trattamento Laser o IPL seguito da sessioni di un particolare filler che serve a riempire il vuoto che lascia la smagliatura, essendo una cicatrice, in modo tale che oltre al colore biancastro, vada via anche l'effetto del solco.

Share by: